Riesame per diniego pass ed esenzione cinture di sicurezza

RIESAME PASS

COSA SI INTENDE

Avverso il giudizio con esito negativo, espresso in fase di accertamento sanitario monocratico per il rilascio del certificato di deambulazione sensibilmente ridotta, l’utente ha la possibilità di presentare la richiesta di riesame pass al Collegio Medico di Riesame preposto (valutazione di 2° livello).

COME SI RICHIEDE L’ACCERTAMENTO

L’accertamento avviene su richiesta dell’interessato tramite l’utilizzo di specifica modulistica.

Il rilascio del certificato avviene a titolo gratuito.

 

ESONERO CINTURE DI SICUREZZA

COSA SI INTENDE

Il Servizio di Medicina Legale rilascia su richiesta dell’interessato, nei casi previsti dalle normative, la certificazione medico legale per l’esenzione dall’obbligo di utilizzo delle cinture di sicurezza e dei dispositivi di ritenuta per bambini, ai sensi dell’art. 172 comma 8 Cds n. 285/92, punto e) “le persone che risultino, sulla base di certificazione rilasciata dalla unità sanitaria locale o dalle competenti autorità di altro Stato membro delle Comunità europee, affette da patologie particolari o che presentino condizioni fisiche che costituiscono controindicazione specifica all’uso dei dispositivi di ritenuta. Tale certificazione deve indicare la durata di validità, deve recare il simbolo previsto nell’articolo 5 della direttiva 91/671/CEE e deve essere esibita su richiesta degli organi di polizia di cui all’articolo 12”.

La cintura di sicurezza è un dispositivo concepito per ridurre il rischio di lesioni da traffico e fa parte di un sistema integrato che comprende anche il sedile ergonomico e il poggiatesta. Nel caso di incidente stradale, in particolare nel traffico cittadino, la mancata ritenuta della cintura di sicurezza può comportare conseguenze gravi, come lesioni cranio facciali, fratture vertebrali, traumatismi polifratturativi, derivanti dall’urto del capo e del corpo contro le strutture rigide dell’abitacolo. Le cinture di sicurezza devono essere allacciate sempre, correttamente, dal conducente e dai passeggeri; il nastro deve poggiare senza intoppi sulle ossa del bacino e raggiungere la metà della clavicola, senza avvicinarsi troppo al collo. Emerge pertanto l’evidenza che l’esonero può riguardare solo particolari patologie, essendo una condizione di pericolo non indossare la cintura di sicurezza.

Si indicano le patologie di maggiore rilevanza per ottenere l’esonero:

– obesità permagna;

– neostomie esterne in attesa di intervento chirurgico;

– grandi ascitici;

– laparocele ed ernia ombelicale permagna;

– gravissima insufficienza respiratoria;

– mancanza dei punti d’appoggio (clavicola/sterno/ali iliache);

– dispositivi cardiaci.

Per le donne in gravidanza il certificato medico viene rilasciato non dal Servizio di Medicina Legale ma dal ginecologo curante il quale comproverà le condizioni di rischio particolari conseguenti all’uso delle cinture di sicurezza ai sensi dell’art. 172 comma 8 Cds 285/92, punto f) “le donne in stato di gravidanza sulla base della certificazione rilasciata dal ginecologo curante che comprovi condizioni di rischio particolari conseguenti all’uso delle cinture di sicurezza”.

COME SI RICHIEDE L’ACCERTAMENTO

L’accertamento avviene su richiesta dell’interessato tramite l’utilizzo di specifica modulistica.

Il rilascio del certificato avviene successivamente al pagamento di diritti sanitari.

Documenti